La comunità

Quale comunità vuoi visualizzare?

Essere poveri in Svizzera?

In Svizzera la spesa sociale ammonta a 175 miliardi di franchi

in  Svizzera , società

Essere poveri in Svizzera?

Nel rapporto statistico sulla situazione sociale, pubblicato dall’Ufficio federale di statistica, si legge che nel 2017 il 42,4% del totale della spesa sociale ha riguardato l'ambito della vecchiaia mentre il 31,7% quello della malattia. Oltre a ciò la povertà continua ad aumentare.
Anche la spesa per la sicurezza sociale in Svizzera è in aumento. Nel 2017 ammontava a 175 miliardi di franchi, cifra che corrisponde al 26,1% del Prodotto interno lordo (PIL). In Europa la spesa per la sicurezza sociale è ancora più elevata e ammonta al 27,1% del PIL.

Come in Svizzera anche nei 28 paesi dell’Unione europea (UE) la spesa sociale è aumentata soprattutto negli ambiti della vecchiaia, a causa dell’invecchiamento della popolazione, e in quello della salute. Nel 2017 in Svizzera non vi è stata invece alcuna tendenza all’aumento nella spesa per la disoccupazione nonostante il numero crescente di disoccupati ai sensi dell’Organizzazione internazionale del lavoro (ILO).

Essere poveri in Svizzera?

La povertà è aumentata
La spesa per l’invalidità è rimasta stabile dalla metà degli anni 2000, quella per l’aiuto sociale finanziario e per le prestazioni complementari all’AVS e all’assicurazione invalidità è invece aumentata. Nel 2017 sono stati spesi per l’aiuto sociale finanziario e per le prestazioni complementari rispettivamente 2,8 e 4,9 miliardi di franchi netti.

Nel 2017 l’8,2% della popolazione svizzera residente e il 4,3% della popolazione attiva erano considerati a basso reddito. Secondo l’UST dal 2014 il tasso di povertà è andato aumentando. Il tasso di aiuto sociale nella popolazione totale è rimasto stabile dal 2005 ed è pari al 3,3%. C’è stato un aumento tra i bambini e nella popolazione di età compresa tra i 46 e i 64 anni.

Essere poveri in Svizzera?

Caritas critica il Consiglio federale
Alla luce di quello che ritiene uno sviluppo allarmante l’organizzazione Caritas Svizzera ha chiesto a Confederazione, Cantoni e Comuni un’azione decisa e una politica di lotta alla povertà efficace. Nonostante una buona congiuntura economica il numero dei poveri in Svizzera è in costante aumento: in un anno le persone colpite da povertà sono passate da 615.000 a 670.000.
Il fatto che l’anno scorso il Consiglio federale si sia ritirato dalla politica di lotta alla povertà si sta rivelando un boomerang. Il problema non può essere semplicemente scaricato su Cantoni e Comuni: c’è urgentemente bisogno di una strategia nazionale di lotta contro la povertà, ha sollecitato Caritas. (ve/ref.ch; trad. it. G. M. Schmitt)