La comunità

Quale comunità vuoi visualizzare?

Il boom dei cospirazionisti

Perché i teorici del complotto stanno avendo un crescente successo

in  cultura , società

Il boom dei cospirazionisti

Le teorie della cospirazione presumono spesso manipolazioni occulte a opera di potenti circoli che hanno preso di mira la nostra salute e la nostra libertà - e che tengono nascosta la verità. Lo psicologo Dieter Sträuli si interroga da tempo sui motivi per cui la gente crede alle teorie della cospirazione.

Come funzionano le teorie della cospirazione?
Nei discorsi dei teorici della cospirazione domande puramente retoriche vengono infilate una dopo l’altra, senza dare mai una vera risposta. Per esempio: nel 1947 gli extraterrestri precipitarono a Roswell? E se da allora il governo degli Stati Uniti tenesse sotto chiave il relitto dell’UFO? È come in quelle trasmissioni in cui cacciatori di fantasmi ispezionano una casa infestata e all’improvviso chiedono: “Ma che rumore era quello?” Oppure gente che crede di riconoscere alieni o Bigfoot in foto mosse e sfocate. Finora non ne è venuto fuori nulla.

Dieter Sträuli

Il boom dei cospirazionisti

Che cosa affascina così tanto le persone nelle teorie cospirazioniste?
Suscitano in noi un certo piacere, anche se sulle prime sembrano provocare paura e indignazione. I cospiratori, onnipotenti e freddi calcolatori, sono in qualche modo personaggi fantastici che suscitano anche invidia.

E come mai molte persone si abbandonano così facilmente a queste teorie?
La nostra esistenza è determinata da migliaia di regole. Dobbiamo costantemente riflettere, lambiccarci, dubitare. Tutto ciò che offre una forte semplificazione delle cose è molto gradito. E poi c’è la nostra curiosità di fondo. Non accettiamo semplicemente che piova, come gli animali, bensì ci chiediamo perché. Oppure: chi manda la pioggia e con quali intenzioni? Inventiamo miti e teorie cospirazioniste per rivestire di spiegazioni questa incertezza.

Il boom dei cospirazionisti

Trump sta inaugurando un’età dell’oro delle cospirazioni?
Il presidente Trump attinge a piene mani dal cassetto delle teorie cospirazioniste. Quando qualcosa non va come vorrebbe, allora la colpa è di altri, per esempio della stampa bugiarda. Il suo modo oltraggioso di parlare e di twittare può far sentire nel giusto i teorici della cospirazione.

Le teorie della cospirazione hanno una qualche utilità sociale?
No. Secondo lo psicoanalista Jacques Lacan dobbiamo tutti accettare che la nostra libertà e il nostro piacere vengano limitati dalla legge. Questo, però, risveglia l’idea di un “essere eccezionale” non soggetto a questa limitazione. Per questo motivo guru e autocrati trovano tanti seguaci, in quanto questi ultimi credono segretamente che l’esistenza del loro idolo stia a dimostrare che in teoria essi stessi possono aspirare a quella posizione di onnipotenza.

Il boom dei cospirazionisti

Le teorie cospirazionistiche sono veramente pericolose?
Sì, se scatenano odio attribuendo la colpa di catastrofi a determinati gruppi della popolazione. Quando per esempio qualcuno sostiene che i circoli di potere ebraici “controllano il mondo” o che gli estremisti islamici vogliono “infiltrarsi nella società svizzera”.

Bisogna fermare la loro diffusione?
Questo è impossibile. Ci saranno sempre. Fanno parte della nostra cultura. D’altro canto è necessario combatterle, perché ci impediscono di confrontarci con i problemi reali.

Il presidente Trump attinge a piene mani dal cassetto delle teorie cospirazioniste

Le teorie del complotto (Segni dei Tempi RSI La1)

Chi sono le persone che credono alle teorie cospirazioniste?
Anche la domanda: “Chi mi ha rubato di nuovo il portafoglio?” che tutti conosciamo nasce da una blanda teoria cospirazionistica. Mira a celare il fatto che io stesso ho ancora una volta perso il mio portafoglio. Siamo tutti vulnerabili al riguardo. Anche la formazione ci protegge solo parzialmente.

C’è una teoria cospirazionista alla quale lei stesso crede un po’?
Negli anni Novanta mi chiesi seriamente se ci fosse qualcosa di vero nelle segnalazioni di rapimenti alieni. Oggi non riesco neanche più a comprendere la mia reazione, ma allora erano appunto altri tempi. In molte teorie cospirazionistiche c’è un briciolo di verità, anche nella teoria delle scie chimiche. Gli aerei sui quali viaggiamo inquinano effettivamente il nostro ambiente. (intervista Samuel Schumacher, in Aargauer Zeitung; trad. it. G. M. Schmitt)